Gestire il Rientro a Scuola

Gestire il Rientro a Scuola

E’ partito il conto alla rovescia: Inizia la Scuola!

Una bellissima avventura per alcuni, un terribile fine vacanza per altri.

Ma come gestire il rientro a scuola?

Ogni bambino/adolescente vive questo momento come uno stravolgimento del proprio quotidiano e per molti iniziano esperienze mai vissute, che portano ad un aumento di stress e di pressione psicologica che possono creare sensazioni di disagio.

  • Insicurezza
  • Timidezza
  • Paura di non sentirsi accettato nel gruppo
  • Ansia

La psicologia dei più giovani, mescolata all’inesperienza, porta ad amplificare molte delle sensazioni e dei pensieri, e le famiglie devono essere in grado di gestire in modo costruttivo questi momenti che si riveleranno esperienze fondamentali ed indimenticabili per tutti i ragazzi.

Anche i genitori vivono un’esperienza nuova e non sempre riescono ad aiutare in modo costruttivo i propri figli, trovando delle difficoltà nel comprendere le loro dinamiche psicologiche per dare il giusto sostegno.

Senso di responsabilità, gestione dello stress, motivazione, obiettivi

La scuola è come una palestra della vita futura, e dovrebbe essere vissuto il tutto in modo costruttivo e positivo, per riuscire a cogliere da questa esperienza il meglio, vivendolo in serenità e consapevolezza.

Lasciata consigliare e sostenere con la nostra consulenza, siamo lieti di poterti dare un aiuto concreto per gestire al meglio ogni momento di stress con i giusti mezzi!

Contattaci gratuitamente!

Isolamento e solitudine, quali differenze?

Isolamento e solitudine, quali differenze?

Molto spesso i due termini isolamento e solitudine vengono associati, se non addirittura confusi.
Facciamo quindi un po’ di chiarezza.

Che cos’è l’Isolamento?
La cosa fondamentale da considerare che chi si isola non è per forza costretto e il più delle volte non si sente solo.
Infatti, questa situazione, può essere dettata da un’esigenza cercata direttamente dalla persona stessa.

Un esempio è dato da chi utilizza internet o il virtuale in generale.
Le persone tendono così a sentirsi partecipe di un mondo non reale per trasformarsi così nel vero mondo di riferimento.

Anche le situazioni di alcool e droga portano ad un isolamento “sereno”. L’isolamento porta a innalzare una barriera tra il soggetto e gli altri.

Isolamento quindi come situazione ‘creata’ dal soggetto.

Che cos’è la solitudine?
Per assurdo ci si può sentire soli anche se si è circondati costantemente da numerose persone.

La solitudine è una condizione psicologica che porta a vivere situazioni di disagio molto forte:

  • sofferenza
  • incapacità di confronto
  • paura del giudizio
  • depressione

Superarla non è impossibile; è necessario entrare in relazione con se stessi per capire cosa ci porta a sfuggire dal rapporto con gli altri.

Due aspetti della nostra società ben radicati, nei quali ognuno di noi ha avuto occasione di provare una o l’altra condizione di isolamento e solitudine, indistintamente dalla classe sociale o dall’età.

Dal bambino all’anziano, isolamento e solitudine si nutrono indistintamente del nostro disagio quotidiano.

E’ bene non sottovalutare questi due aspetti che sono un segnale chiaro di un disagio che va affrontato con i giusti mezzi a disposizione.

 

Se vuoi approfondire l’argomento di isolamento e solitudine o altri, registrati e sarai contattato al più presto.

Figli di separati: doppia vacanza o doppi problemi?

Figli di separati: doppia vacanza o doppi problemi?

Arriva l’estate e le vacanze tanto attese per tutti i ragazzi.

Ma per alcuni di loro estate non vuol dire solo ‘spensieratezza

Alcuni vivono il lungo periodo estivo come un momento di difficoltà, specialmente per coloro che hanno i genitori separati o divorziati.

Organizzare infatti spostamenti, orari, combinare le vacanze di uno e dell’altra è fonte di disagio che portano i figli a subirne le conseguenze.

Purtroppo da queste situazioni non facili, nascono ulteriori scontri e momenti di tensione, che i giovani vivono con un certo senso di colpa.

Spesso l’accordo viene trovato attraverso atti formali tra le parti e magari con l’intervento dell’avvocato. Questi rimedi sulla carta sembrerebbero funzionare ma spesso ci si ritrova dal giudice per una mancanza di comunicazione o una disattenzione.

Inoltre immaginare una pianificazione a tavolino risulta poi di difficile applicazione con gli impegni professionali dei genitori. Se da una parte può essere una soluzione diventa l’ennesimo motivo di ansia e di stress. Ed allora si procede con mille espedienti, nonni, zii e amici che diventano immediatamente custodi dei figli che vengono così sballottati da una parte all’altra senza un programma definitivo.

Peggio ancora se restano soli con tutti problemi che ne conseguono. Queste situazioni portano ad un grave disagio per i ragazzi che viene certamente sommato ad eventuali crisi dovute all’età adolescenziale.

Per approfondimenti leggi anche il nostro post sui ragazzi soli d’estate

Corso di preparazione al parto e autoipnosi per la gestione del dolore in travaglio

Corso di preparazione al parto e autoipnosi per la gestione del dolore in travaglio

Corso di preparazione al parto e autoipnosi per la gestione del dolore in travaglio

Verranno apprese tecniche utili per:

  • aumentare la sicurezza della futura mamma
  • ridurre il dolore in travaglio
  • rendere il parto un evento più naturale

I corsi saranno tenuti dalla dott.ssa Raffaella Grosso, psicologa e psicoterapeuta presso lo studio medico Nitens Corso Piave 28 Novi ligure (AL) e presso lo studio medico di via Grande 73 Livorno a partire dal 15 settembre per 8 incontri settimanali (Costo euro 280)

Per informazioni e per prenotare  chiamare il 3394925638

scarica il flyer corso preparto

Ansia e stress da prova costume?

Ansia e stress da prova costume?

Finalmente ci siamo: ESTATE!

Via il freddo ed i vestiti, pronti a scoprirci di più, per godersi il sole e l’abbronzatura tanto sognata d’inverno.

Ma per molti di noi, un pensiero inizia a martellarci in testa:

  • sono grasso/a
  • si vede la pancia

Tutti hanno avuto un pensiero simile prima o poi, ma per alcuni questa preoccupazione si trasforma in un disagio molto forte o ansia, sia per le donne che per gli uomini, condizionando il nostro benessere mentale.

Da un semplice pensiero negativo, infatti, il passo è breve e questa consapevolezza si trasforma in una fonte di stress quotidiano.

In alcuni casi, si finisce in patologie più gravi quali stati depressivi invalidanti, con conseguenze molto serie per la salute psico-fisica.

Tendiamo ad esagerare nel giudicare il nostro aspetto fisico?

Studi scientifici mettono in evidenza come, molto spesso, amplifichiamo un processo di auto-oggettivazione; il nostro corpo viene trattato come un oggetto e si diventa molto critici verso se stessi con una visione distorta della realtà.

Tutto questo è accresciuto dalle immagini della tv o delle riviste di corpi perfetti delle stars.
Quindi per tutti i “comuni mortali” tutto risulta più difficile.

Palestra, jogging, zumba, piscina e poi creme, integratori, tisane e diete possono sicuramente aiutare ma non sono sicuramente i soli strumenti giusti.

Questo perché, nonostante l’impegno e gli sforzi profusi, non ci sentiamo sufficientemente soddisfatti.

Come risolvere (o anticipare) questo disagio?

Quello che più conta è riconquistare una sintonia con la propria immagine corporea: questo ci permetterà anche di mantenere uno stile alimentare più sano e svolgere attività fisica con la giusta soddisfazione.

Iscriviti al nostro corso

IN FORMA E FELICI

Nel gruppo verranno apprese abilità e tecniche per entrare in sintonia con la propria immagine corporea, seguire con facilità uno stile alimentare più sano, aumentare la fiducia in se stessi.

Durata: 5 incontri di 2 ore in gruppo